Domande Frequenti

  • Come funziona una seduta dallo psicologo?

    Si fissa un primo appuntamento (primo colloquio) con il/la professionista prescelto/a per conoscerlo di persona e valutare se ci possa essere un “fit” adeguato che ci metta a nostro agio (ambientazione, atmosfera, aspetto e modi, ecc.) e per poter rivolgere tutte le domande che ci sentiamo di fare, compresa l’eventuale competenza e specializzazione per  il problema che ci ha portato a rivolgerci a lui/lei.
    Nei colloqui successivi si concordano o si definiscono assieme:

    • Il problema da affrontare/risolvere
    • L’obiettivo che si auspica di raggiungere
    • I tempi previsti
    • La frequenza delle sedute/incontri
    • La metodologia seguita dal/la professionista
    • La tariffa e la modalità di pagamento

  • Quanto dura una psicoterapia?

    A seconda del metodo e dell’impostazione teorica del/la professionista una psicoterapia può essere breve (qualche seduta) se il problema è molto circoscritto e focalizzato e non richiede una complessiva ristrutturazione/analisi del cliente, media (circa 1 anno/1 anno e mezzo), oppure più lunga (più di due anni) qualora il cambiamento necessario si riveli difficile, faticoso e bisognoso comunque di un supporto/sostegno di lunga durata.
  • Una Psicoterapia prevede l’uso di farmaci?

    Per definizione la psicoterapia non prevede, se non in casi specifici da valutare, un intervento farmacologico, intervento che però a volte può e deve essere considerato per certe patologie (depressione, attacchi di panico, ecc.). Le ricerche indicano che, ad esempio, le patologie depressive di grado medio ed elevato rispondono meglio ad una combinazione di psicoterapia e terapia farmacologica. Quest’ultima va prescritta, in accordo con lo psicologo, da un medico psichiatra.
  • Quale frequenza è prevista per le sedute?

    La frequenza dipende, oltre che dalla disponibilità del/la cliente, dalla tecnica utilizzata dal professionista.
  • Qual è la differenza tra Psicologo e Psichiatra?

    Lo psichiatra è un medico specializzato in psichiatria. E’ abilitato come lo psicologo a fare diagnosi psicopatologica e, se iscritto all’apposito elenco dell’Ordine dei medici, ad esercitare l’attività psicoterapeutica. Può inoltre prescrivere psicofarmaci.
  • Quando si smette una terapia?

    Il termine della psicoterapia va concordato fra cliente e professionista, sia che i risultati desiderati siano stati raggiunti, sia (e direi soprattutto) se i risultati non arrivano: in questo caso è particolarmente importante che il professionista ed il cliente discutano apertamente e con onestà i fattori (personali o sociali) che possono aver ostacolato i progressi. In alcuni casi è sicuramente opportuno valutare anche il passaggioa di un altro professionista con il quale riprendere il lavoro interrotto.
  • Il risultato è garantito?

    Come per tutte le prestazioni professionali il risultato non può essere garantito (chi lo garantisce va visto già in partenza con diffidenza…), perché dipende non solo dalla motivazione al progresso (che è comunque indispensabile), ma da molte variabili non necessariamente sotto il controllo del professionista e del cliente. Gli studi svolti sull’efficacia della psicoterapia indicano che:
    • A seconda degli studi dal 70% al 95% dei pazienti ha avuto notevoli miglioramenti e benefici dalla psicoterapia
    • L’efficacia della psicoterapia è correlata alla sua durata (più è lunga, maggiore è il miglioramento). Naturalmente si considera una durata non superiore a tre/cinque anni, poiché altrimenti staremmo parlando della cosiddetta “terapia infinita”, che nessuno auspica
  • Perchè rivolgersi a uno psicologo?

    Lo psicologo è l’unico professionista abilitato per legge a fare diagnosi psicologica ed ad utilizzare strumenti conoscitivi e di intervento. L’Art.1 della Legge 56 del 18 Febbraio 1989, istituente la professione di Psicologo in Italia, recita: “La professione di psicologo comprende l’uso degli strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione-riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità”. Qualunque intervento professionale che va a toccare l’accertamento e/o l’intervento sulla sfera psicologica è quindi riservato allo psicologo regolarmente iscritto all’ordine. Varie sentenze della Cassazione hanno nel tempo condannato non-psicologi per aver effettuato interventi che ricadono invece nell’esclusività dello psicologo. Per esercitare invece l’attività psicoterapeutica (ed occuparsi quindi di trattare la psicopatologia) è necessaria una ulteriore specializzazione quadriennale ed essere iscritti nell’apposito albo degli psicoterapeuti.
  • Quanto costa una seduta psicologica?

    A seconda dell’esperienza del professionista la tariffa oraria varia attualmente fra i 40 ed i 100 Euro. Esiste peraltro un tariffario che può essere consultato sul sito dell’Ordine.
  • C'è un'età "giusta" per rivolgersi a uno psicologo?

    Non esiste “l’età giusta”, perché in ogni fase della vita può presentarsi un problema od ostacolo che limita il nostro benessere e la nostra autodeterminazione. Alcune problematiche sono tipiche dell’età infantile o giovanile, altre dell’età adulta, altre ancora dell’età avanzata. E’ invece importante scegliere il “professionista giusto”, che sia quindi particolarmente esperto del settore nel quale il problema/patologia si manifesta: apprendimento, scuola, lavoro, dipendenza, nevrosi, ecc.

Scopri tutti i nostri servizi

Come Contattarci

Contattaci telefonicamente:

02.89.05.94.84

348.72.81.595

oppure compila la seguente form e sarai ricontattato il prima possibile:

Invalid Input

Invalid Input

Invalid Input

Invalid Input

Invalid Input

Invalid Input

Dove Siamo

Viale Vittorio Veneto, 4
20124, Milano

I nostri Orari

Lunedì - Venerdì
Su appuntamento